giovedì 2 giugno 2011

Parole fossili

Navigando in rete sono capitato sulla pagina di Wikipedia dedicata alle parole fossili. Parole obsolete che vengono spesso ricordate solo perchè recluse all'interno di espressioni idiomatiche. Parole che ci sembrano oscure, quasi esotiche se estrapolate dal loro contesto.
Esempi di parole fossili sono ghinghero e ganghero tra le favorite di Tiziano Scarpa a cui "piacerebbe riuscire a disincrostare queste parole, a rimetterle in vita, a farle volare, di nuovo libere di attraversare tutto il linguaggio".

Quali sono le vostre parole fossili preferite?

3 commenti:

  1. A me piace tanto il verbo "insaponare" che significa "lusingare qualcuno con il fine di ottenere qualcosa".
    Ho smesso di usarlo quando ho notato le facce stupite dei miei interlocutori :)
    Peccato perché lo trovo anche poetico.

    RispondiElimina
  2. @ Peonia: immagino le facce stupite. Sicuramente sono più comuni sinonimi come incensare, lusingare, lisciare.

    RispondiElimina
  3. Tra le parole fossili figura sicuramente "vanvera" che compare prevalentemente nell'espressione idiomatica "parlare a vanvera", dire cose fuori luogo, senza senso o senza riflettere.

    RispondiElimina

Di luci lampeggianti e impasti di pizze

Per pura curiosità ho provato a far tradurre il titolo di un recente articolo in finlandese a Google Translate . La frase da tradurre era...